mercoledì 21 gennaio 2015

- INTERPORTO di Frosinone: Quanti danni...?

Frosinone – Interporto, protocollate le dimissioni del CdA
Hanno realizzato di tutto questo un solo capannone...!!!
Giusto per parlare di intermodalità, abbiamo un INTERPORTO, in piedi da 26 anni che non decolla, ove Provincia, Comuni di Frosinone e Ferentino, ci hanno investito i nostri soldi, oltre a privati e banche che piano pianino si staranno riprenderanno in compensi...? e non decollerà mai più perché ormai ritenuto dai più inutile... Giorni fa sono stato intervistato insieme a Francesco Notarcola da RAI TRE (come recupererò il servizio lo pubblicherò su questa pagina) e ho denunciato il rammarico personale per i ritrovamenti archeologici che furono fatti in tale area durante gli scavi per la costruzione di un capannone e mai più portati all'attenzione che meriterebbero, viste le epoche molto remote ai quali sono appartenuti...!!! Da non trascurare il danno che la società ha provocato ai proprietari terrieri che a causa del cambio di destinazione da zona Agricola ad Industriale, (credo), si son visti aumentare in maniera esponenziale il prezzo dell'IMU... ed ora guardate bene cosa è accaduto...:

(Clicca il titolo per leggere)
Frosinone, Interporto addio: si dimettono presidente e cda






FROSINONE – INTERPORTO, PROTOCOLLATE LE DIMISSIONI DEL CDA

FROSINONE – 16 GEN – Il presidente ed il consiglio d’amministrazione della società Interporto Frosinone si sono dimessi questa mattina. Hanno rimesso il loro mandato firmando una lettera che è stata protocollata ed inviata ai soci per posta raccomandata.

Già ieri il presidente Giuseppe Galloni aveva “avvisato” il socio di maggioranza: la Provincia di Frosinone che detiene il 64% della società. Ma nonostante i segnali inviati “nessuno mi ha chiamato – dice Galloni – né il presidente della Provincia Antonio Pompeo, né il suo capo segreteria, né l’ultimo dei suoi segretari, tanto meno mi ha chiamato un usciere o un addetto alle pulizie della Provincia; appare chiaro che della Sif SpA non interessa nulla e pertanto noi togliamo il disturbo”.
La società era stata varata venti anni fa per costruire l’unico grande centro merci dell’Italia Centrale nel quale far convergere le merci da smistare tra Nord e Sud; all’epoca non esistevano ancora gli interporti di Civitavecchia e Orte. Venti anni non sono bastati a realizzare l’opera.
Nei mesi scorsi il presidente Giuseppe Galloni e l’intero Consiglio d’Amministrazione avevano risolto decenni di problemi burocratici ed erano riusciti a pubblicare un bando con cui arrivare al completamento dei capannoni. Avevano proposto lo strumento del Projet Financing, cioè proponevano ad un privato di completare le opere lasciandogli in cambio la gestione per 30 anni.

Per martedì 13 era stata convocata la riunione dei soci proprio al fine di comunicare l’esito della gara. Ma il socio di maggioranza, cioè la Provincia, non si è presentato. “E se non interessa al maggiore azionista – dice Galloni – significa che la nostra presenza non ha significato, pertanto ce ne torniamo ai nostri lavori”.

Con il presidente Galloni si sono dimessi il banchiere Donato Formisano, l’imprenditore Sandro Fontana, il rappresentante del Comune di Ferentino Ivan Portieri, il delegato del Consorzio Industriale Alessandro Foglietta ed il delegato della Provincia di Frosinone Giovanni Sorge.


<<<<<<O>>>>>>



Per documentarvi su: SELVA DEI MULI (FROSINONE): UN INSEDIAMENTO ENEOLITICO DELLA FACIES DEL GAUDO (cliccate il testo)





Da Buongiorno Regione di Rai Tre del 27 gennaio 2015

video

lunedì 19 gennaio 2015

- Code al laboratorio analisi di viale Mazzini ex Umberto I

Anche io in lunga attesa, da prima mattina fino alle 11.30 e la cosa più sconcertante, l'ambiente maleodorante che dava allo stomaco....!!!
Ho visto donne in cinta fare fila anche di un'ora... A Frosinone, invece di andare avanti, con la sanità stiamo andando sempre più indietro.... e continuano inesorabilmente a tagliare e ridurre tra tante promesse che poi non trovano riscontri...

L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Code al centro prelievi nonostante le promesse della Asl
18/01/2015 - 13:26
FROSINONE - In centinaia durante la mattinata per file interminabili, i più fortunati seduti gli altri in piedi nei corridoi. Arrivano nuove proteste dal centro prelievi situato in viale Mazzini, al piano “-1” dell’ex ospedale Umberto I del capoluogo, finito più volte al centro delle polemiche in questi mesi.  «Mi sono messo in fila alle 8 e 30 - segnala un cittadino del capoluogo - è arrivato il mio turno solo alle 11 e ho dovuto quindi aspettare quasi tre ore. Nella coda, mentre ero presente io, ho contato anche 90 persone contemporaneamente».  E per i frusinati non è di certo una novità: già a a fine 2014 il vicepresidente dell’Aipa Tullio Rapone aveva sottolineato come al centro prelievi si recassero in una sola mattinata anche circa 300 persone. «La situazione ad oggi non è ancora cambiata - dice Rapone - Anzi abbiamo anche segnalato dei cattivi odori proprio al piano “-1” del centro prelievi. Il martedì e il venerdì sono i giorni più critici, visto che ci sono anche le donne in gravidanza e il laboratorio analisi resta uno solo , visto che in via Armando Fabi i lavori non sono ancora finiti». Lo stesso Rapone mesi fa aveva spiegato che con la presenza di due centri per le analisi nel capoluogo (uno in viale Mazzini e uno in via Fabi) in passato, seppur non idilliaca, la situazione fosse perlomeno più gestibile. Ma nonostante le promesse della Asl, il centro prelievi di via Fabi non è stato riaperto a fine dicembre. In merito alla riapertura del laboratorio di via Fabi, a metà ottobre la Asl aveva comunicato: «Non vi è alcuna decisione, né deliberazione, né intento di eliminare il Centro prelievi di Via A. Fabi. Entro un mese e mezzo, per Natale , il Centro Prelievi di Via Fabi tornerà attivo ed anche i disagi di oggi, che comprendiamo e per i quali ci scusiamo con i nostri utenti, saranno presto eliminati e lasceranno il posto ad un servizio che crediamo soddisferà meglio i nostri cittadini». Il regalo di Natale, che poi sarebbe un diritto, non è però ancora arrivato.

giovedì 15 gennaio 2015

- PM10 alle stelle e..???!!!

Che tristezza...!!!
Sono trascorsi appena 14 giorni da inizio anno e già si sono registrati ben 13 superamenti della soglia consentita di PM10, con valori sempre più in aumento ed inaccettabili.
Tutti sappiamo, compreso il sindaco, gli assessori ed i consiglieri di governo e d'opposizione, quali sono le gravi conseguenze che minano la salute loro e dei cittadini...!!!
Il sindaco della città, giorni fa, anche se in enorme ritardo, anzichè applicare misure concrete, come da noi più volte suggerite e sollecitate, ha pensato bene (per noi male...), di obbedire agli ordini della Regione Lazio e si è apprestato ad emettere opportuna ordinanza, per applicare il piano antismog Regionale, ritenuto dai più inutile ed inefficace. Infatti negli anni trascorsi, mai sono stati ottenuti miglioramenti perchè non si fa altro che spostare il caos del traffico, da una tratta, ove ci sono abitanti, ad altra, dove ce ne sono altri. Considerando poi la particolare morfologia del territorio, (una conca tra i monti, tipo una pentola), si crea un fenomeno tipo coperchio, da novembre ad aprile, per cui manca un necessario circolo d'aria che riesca a spazzar via le polveri sottili che invece ristagnano....

La cosa più grave che sta generando dissenso, inquietudine e ribellione nei cittadini e nelle associazioni, è la contemporanea autorizzazione che è stata concessa per un Rally cittadino che si svolgerà nella zona Villa Comunale nei giorni di sabato 17 e domenica 18... Intanto, tanta gente a Frosinone, muore di tumori nell'indifferenza di chi ci governa che invece dovrebbe tutelare la salute dei propri cittadini.
Qualche sapientone di turno, inconsapevole di quanto inquinamento in più sarà generato, minimizza ma non capisce che come si dice a frosinone: - "se mette le cotte 'ncima all'acqua uglita...". Poveri noi...!!! Un fatto è certo, al di la che una manifestazione sportiva possa essere piacevole e gradita, traspare forte il fatto che si penalizzano i cittadini per favorire Banche e Commercianti sponsors.... Speriamo sia l'ultima volta e si preferisca in futuro la periferia meno abitata e di campagna.

<<<<<O>>>>>

Mi raccomando, seguite i suggerimenti di Luciano Granieri in questo breve servizio:






L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Pm10, blocchi del traffico e rally in città: è polemica

08/01/2015




Pm10, blocchi del traffico e rally in città: è polemica

FROSINONE - Frosinone sul podio delle città più inquinate d’Italia, le limitazioni del traffico che partiranno la settimana prossima e il 17-18 gennaio un rally nelle vie della città. Circostanze che non vanno assolutamente giù all’associazione Frosinone Bella e Brutta che da anni si batte su temi ambientali, promuove misure per il contenimento del traffico e la promozione della mobilità alternativa e che senza mezzi termini ha bocciato una scelta che giudica incomprensibile. «È inconcepibile che con l’inquinamento alle stelle si faccia un rally in città - ha detto il presidente dell’associazione Luciano Bracaglia - Invece di risolvere i problemi si getta benzina sul fuoco». Nel 2014 nella zona Scalo la centralina dell’Arpa ha registrato 110 giorni fuori legge, con valori di polveri sottili superiori a quelli consentiti e 46 giorni di sforamento in viale Mazzini. Numeri impressionanti, che si abbinano a una singolare coincidenza: mentre la settimana prossima dovrebbero partire le limitazioni del traffico previste dal Piano regionale con blocchi domenicali e targhe alterne proprio il 17 e il 18 si terrà nelle vie cittadine il “Frosinone Rally Show”. Interpellato sul punto il vicesindaco e assessore all’Ambiente Francesco Trina ha annunicato che si tratta dell’ultimo evento del genere nelle strade del centro urbano. «Si tratta di una manifestazione programmata da tempo - dice Trina - Sarà interessato un tratto vicino alla Villa comunale, ma per quanto mi riguarda sarà l’ultima volta all’interno dell’anello cittadino». Inizialmente si pensava di far partire le targhe alterne questa settimana e i blocchi domenicali antismog dal 18 gennaio (data della manifestazione) ma, come spiega Trina, le targhe alterne dovrebbero partire ora la settimana prossima e i blocchi domenicali il 25 per non penalizzare il commercio. «Ascoltando i commercianti abbiamo pensato di rinviare l’inizio delle limitazioni del traffico visto che sono appena partiti i saldi - dice Trina - Comunque voglio sottolineare che nel 2015 le domeniche di blocco del traffico aumenteranno, passando a sei. Inoltre assieme agli assessori Renzi e Testa staimo studiando un programma di eventi e manifestazioni da realizzare nei giorni di limitazione del traffico». L’ordinanza con i dettagli relativi al blocco del traffico verrà pubblicata con molta probabilità oggi. In ogni caso in un’ottica di lungo periodo in tema di mobilità alternativa Trina sottolinea che si sta lavorando a un progetto per promuovere un cambio di marcia che incoraggi i cittadini ad andare in bici nel capoluogo. «Vogliamo costituire la Consulta cittadina delle biciclette, per studiare assieme alle associazioni dei progetti per quanto riguarda le ciclabili e la promozione della mobilità alternativa sulle due ruote». Trina ha poi sottolineato che un passaggio fondamentale che dovrebbe ora concretizzarsi è lo spostamento del Cotral fuori città. I mezzi del trasporto extraurbano e il loro stallo nella zona dello Scalo rappresentano un fattore additato da anni dalle associazioni fra quelli che rendono Frosinone una città dall’aria irrespirabile. 
Da L'Inchiesta oggi in edicola
Alessandro Redirossi

Vi propongo una poesia senza polemica.... di Stefano Pizzutelli, tratta da ATUTTAPAGINA del 18/01/2015

Glie relli a Frosinone, poesia di Stefano Pizzutelli

All’inizio di questa settimana
nel risveglio a casa Pizzutelli
intuisco una notizia strana:
a Frosinone verrà fatto un rally
Mi dico sulle prime: “L’ho sognato
stanotte non ho dormito bene
la devo smette co’ trippa ed abbuticchi
la devo smette co’ le apericene”
Mi dico “Beh però in fondo un rally
in questo posto che si sa è una lagna
potrebbe esse carino, tra le fratte
di certe belle strade di campagna”
E invece la notizia è proprio vera
la giunta pe la gioia ci fa un coro
“A Frosinone verrà fatto un rally
da piazza Sacro Cuore a via Aldo Moro”
E quindi per un bel sabato sera
niente più passeggiate per i saldi
ma emissioni di gas nell’atmosfera
ruggiscono motori belli caldi.
Ma stranamente qualche commerciante
alza una lamentela zitta e blanda
“se sabato mi chiudono la strada
io, tanto vale, chiudo la serranda”.
Ma ecco che sul sito del comune
forte e pugnace arriva l’intervento
del prode assessore che bacchetta
chi rema contro il favoloso evento
“Miei cari commercianti, che capite,
voi siete incompetenti e pure tristi,
il rally richiamerà per queste terre
migliaia, no, milioni di turisti;
gli alberghi son già pieni fino a Roma
a Fiuggi c’hanno già il tutto esaurito:
voi non mettete idee e manco soldi,
lo giuro e ve lo scrivo su sto sito!”
La sera finalmente tanto attesa
tutta quanta Frosinone bassa
è chiusa, niente macchine o parcheggi
il rally sta arrivando, presto passa.
E’ chiuso anche il parcheggio della Villa
chiuso tutto quanto il Sacro Cuore
per tutta via Aldo Moro un nastro rosso
con scritto “Chi sta fermo qua se more”
E quando sei milioni di turisti
in preda a una crescente eccitazione
aspettano l’arrivo dei rallisti
un urlo squarcia tutta Frosinone
Davanti a una folla disperata
che piange e prende a sacramentare
un tizio sta urlando: “miei signori
sto rally proprio no, non s’ha da fare!”
Ma chi sarà mai questo pisquano
che un  evento sì epocale ci ha negato
sarà uno dell’Isis, un talebano
ma no, è dell’Aci, un suo delegato.
“Signori questo rally a dire poco
non ha crismi per la sicurezza!”
Immaginate milioni di persone
a lamentarsi, gonfi di tristezza.
Ed ora, io mi pongo solo un dubbio
che m’entra nella ciocca di straforo,
ma che qua ci serviva un delegato
per dire no ad un rally a via Aldo Moro!
Bastava qualcuno un filo più brillante
dell’assessore che oggi ci governa
non ci serviva Einstein, ma bastava
un bimbo al primo anno di materna.
Per cui direi che dopo le tuonate
dal sito, e le tue belle lezioni
caro il mio assessore, vai a firmare
na bella letterina: Dimissioni!
E, come sempre, Forza Frosinone
(Stefano Pizzutelli)


 <<<<<O>>>>>

Per fare chiarezza sulla nostra identità e comportamenti assunti da quando ci siamo costituiti in associazione di volontariato, fino ad oggi, abbiamo ritenuto opportuno, tutti i componenti del direttivo, inviare agli organi di stampa il Comunicato stampa, corredato con una nota delle principali attività che abbiamo svolto in tale periodo e che di seguito proponiamo:


 COMUNICATO STAMPA del 20/01/2015



«Da parte della nostra associazione non ci sono mai state polemiche fini a se stesse o strumentali, ma tante proposte in un’ottica di collaborazione e stimolo nei confronti delle Istituzioni per il miglioramento della qualità della vita dei cittadini di Frosinone. Per questo speriamo di non essere i destinatari dell’intervento a mezzo stampa dell’assessore Massimo Renzi, quando in relazione alle contestazioni per lo svolgimento di un rally nel centro della città parla di “alcune polemiche elaborate ad arte da qualche commerciante e qualche associazione cittadina” ». A sottolinearlo è il direttivo dell’associazione di volontariato Frosinone Bella e Brutta dopo che, nei giorni scorsi, proprio l’associazione aveva contestato l’opportunità di far svolgere nel centro della città il rally proponendo contestualmente, in un incontro con l’assessore all'Ambiente Francesco Trina, lo svolgimento di pedalate di massa nei giorni del blocco del traffico per promuovere la mobilità alternativa fra i cittadini di Frosinone visti i gravi livelli di inquinamento riscontrati. Proprio per riaffermare lo spirito di collaborazione, proposta e stimolo alla base degli interventi pubblici dell’associazione, si allega l’elenco delle attività svolte da quando l’associazione è stata fondata. «…Da parte nostra non c’è mai stata alcuna intenzione di cavalcare temi o strumentalizzare alcuni argomenti, ma solo una convinzione che poi è il motto della nostra associazione: “La città non è di chi la governa, ma di chi la vive”. E noi siamo un gruppo di professionisti, pensionati, studenti affezionati al propria territorio che “Con occhi vigili sulla città”, mettiamo a disposizione parte del tempo libero per contribuire alla crescita di Frosinone. La contrarietà da noi espressa, non è stata sulla manifestazione vista come momento di beneficio economico per i commercianti e per l’intera città, - magari ce ne fossero… - ma per le modalità ed il periodo in cui si voleva svolgere, fosse stato da maggio a novembre – periodo noto nel quale non ci sono superamenti di PM10, - lo avremmo accompagnato anche con nostre iniziative, come già sopra espresso. Precisiamo che, oltretutto, siamo iscritti all'albo delle associazioni del comune di Frosinone, aderenti alla Consulta in seno allo stesso ed una ONLUS regolarmente iscritta all'albo delle Associazioni della Reg. Lazio»

Frosinone 20/01/2015


I principali temi sui quali, l’Associazione di Volontariato Frosinone Bella e Brutta, ha rivolto l’attenzione dal lontano febbraio 2011 sino ad oggi:

Di seguito un riassunto sintetico e chi vorrà, potrà approfondire ogni tema sul blog http://frosinonebellaebrutta.blogspot.it/ messo a disposizione dal presidente Bracaglia:


- Difesa delle Terme Romane sotterrate e dell’area archeologica attigua alla Villa Comunale

- Manifestazione di piazza Contro Il parcheggio COTRAL allo Scalo e relativo inquinamento oltre a continue solleciti di spostamento che forse a breve si concretizzerà

- Continue proposte e suggerimenti antismog

- Segnalati scarichi abusivi sul fiume Cosa compresa fogna di Maniano che scarica sullo Schioppo

- Ottenuto 2 IMPIANTI di EROGAZIONE di ACQUA PUBBLICA (siamo in attesa di altri 2 a Scalo e Città)

- A Difesa delle Tombe allagate al cimitero di Frosinone

- Promosso recupero del fiume Cosa, Cascata dello Schioppo e realizzazione scala da tunnel a Ponte Pio IX per poterla raggiungere senza passare su terreni privati

- Promosso ed ottenuto la nascita di una Rete di Associazioni (Coordinamento), per riproporre ed ottenuto il nuovo Contratto di fiume per il fiume Cosa con i 7 comuni attraversati dallo stesso

- Incentivato e Sperimentato "PiediBus" per nuova scuola ai Cavoni e poi Maiuri

- Consegnato nostro progetto PIEDIBUS all’Assessorato all’Istruzione da adottare in tutti gli istituti

- Accademia delle Belle Arti, sollecitato nuova sede da assegnare

- Area mercato Casaleno – Proposto ed ottenuto nuova segnaletica per migliorare il traffico

- Suggerimenti Azioni per la riduzione del PM10 (accordo gommisti gonfiaggio pneumatici)

- Proposto dispositivi EPA anti PM10 allo Scalo

- Frequenti incontri con sindaco, assessori, consiglieri e commissione cultura per proposte varie

- Proposto WiFi gratis nel 2011

- Segnalazioni continue per guasti impianti ACEA ATO5 e molto attivi contro le vessazioni del gestore e molto impegnati attivamente ad informare gli utenti

- Segnalato guard rail pericolosi e fogne a cielo aperto in via Cavoni

- Sono 4 gli anni di manifestazioni fatte per chiedere piste ciclabili

- Proposto con raccolta firme e poi attivata Diretta streaming dei consigli comunali

- Sollecitato e suggerito acquisto all’asta del cinema Vittoria

- Sollecitato spegnimento termosifoni scuola Cavoni periodi vacanze

- Chiesto rimozione degrado e macchina da rottamare alla Villa Comunale

- Collaborato fattivamente con il comune nella grande nevicata del febbraio 2012

- Richiesto ed ottenuto spostamento fermata COTRAL in via Tiburtina

- Molto impegnati ed attivi a difesa della Sanità e del Pronto Soccorso con Incontri, convegni e sit-in

- Contribuito in modo molto pressante alla riapertura del reparto Riabilitazione Cardiologica dello Spaziani di FR, precedentemente chiusa in occasione del pensionamento del dottor Miano

- Contribuito molto fattivamente a rendere aperto H24 il reparto di Emodinamica dello Spaziani di FR

- Chiesto ed ottenuto rimozione tetto d’amianto dal capannone COTRAL al parcheggio Scalo

- Segnalato e sollecitate manutenzioni per il recupero dell’Asilo Maniano

- Segnalato e sollecitato manutenzione Mercato Coperto di Via Cavour critico a livello igienico ambientale

- Coinvolto più volte Rai Tre per denunciare problemi inerenti Terme Romane sotterrate, Piste ciclabili esageratamente costose ed intervistati per giudizio si Interporto mai realizzato (da 26 anni…)

- Segnalato Palazzo Camera di Commercio al centro storico abbandonato

- Segnalato più volte Viale Parigi abbandonata al degrado, poi bonificata e piastra Cavoni nel degrado

- Chiesto ed ottenuto ricovero in casa famiglia di un clochard

- Organizzato dibattito pubblico pre-elettorale ai Cavoni con gli 8 candidati a sindaco

- Incontrato nella nostra sede il neo sindaco Ottaviani appena eletto e consegnato varie proposte

- Oltre 2 anni di impegno e pressioni per far riportare a Cavoni L’Albero della Pace. Ora è li.

- Realizzato più volte promemoria fotografici delle criticità di Cavoni all’assessore ai LL.PP.

- Segnalato dispersioni inutili d’acqua alla Villa Comunale

- Richiesto Pensiline con rastrelliere per bici

- Regalato bandiera di Frosinone da issare alla Villa Comunale

- Collaborato significativamente con il comando vigili urbani alla realizzazione del Nonno Vigile

- Chiesto ed ottenuto sistemazione buche mercato Casaleno

- Fatto grande marcia per la terra con visite ai siti archeologici della città (sotterrati)

- Partecipato a Mostra d’arte in via Amendola, per farla rivivere

- Proposto dissuasori pedonali in prossimità di rotatorie

- Discarica di Via Le Lame: Proposte condivise con Movimento dei Consumatori

- Proposto dissuasori automatici a scomparsa al posto delle fioriere

- Chiesto ed ottenuto posa cordoli in via Don Minzoni per migliorare il traffico e abbattere PM10

- Proposto Completamento pista ciclabile Cavoni - De Matthaeis ed apertura ponticello Via Casone

- Incontrato il sindaco per rinvio della TARES

- Richiesto terreno in comodato d’uso al comune, per fare orto-giardino con abitanti di Cavoni

- Contratto Due Cavoni: sollecitato provvedimenti per furti continui nuovo palazzo via Berna

- Raccolto e consegnato al sindaco Ottaviani 1055 firme per pista ciclabile a raccordo Bike Sharing

- Segnalato tombini fogne saltati sull’argine del fiume Cosa

- Segnalato giochi ed attrezzi pericolosi alla Villa Comunale

- Partecipato ad incontri tra il direttore generale della ASL Mastrobuono e le Associazioni

- Decoro urbano on line: proposta adesione al sindaco Ottaviani

- Denunciato più volte carenze igienico sanitarie ai bagni pubblici del Casaleno

- “Schioppo inaccessibile”: scritto di nuovo al sindaco Ottaviani per costruzione scaletta

- Proposto all’assessore all’ambiente di chiedere il comodato d’uso di terreno privato abbandonato da mettere a disposizione di giovani sportivi

- La Monti Lepini, tratta Cavoni - Brunella, nel caos del traffico: Proposta dell'associazione

- Condiviso con l’assessore Trina, la nascita della consulta delle biciclette e offerto nostra collaborazione per le domeniche ecologiche

- Proposto eliminazione semaforo Madonna della Neve e posa mini rotatorie sperimentali

- Contestato Rally cittadino in tempo di Domeniche ecologiche e targhe alterne.

lunedì 12 gennaio 2015

- L'assessore all'ambiente Trina convoca le associazioni per far nascere la Consulta delle biciclette

L'assessore all'ambiente Trina convoca le associazioni e propone una Consulta delle biciclette, chiedendo già collaborazione per le prossime domeniche ecologiche.



Venerdì 9 mattina, sono stato ascoltato in qualità di presidente dell'associazione Frosinone Bella e Brutta, dall'assessore all'ambiente del comune di Frosinone Francesco Trina, per condividere insieme alcune azioni da intraprendere durante le domeniche ecologiche che si realizzeranno nel 2015 nel capoluogo. Dopo che l'anno scorso avevamo consegnato 1055 firme di cittadini al sindaco Nicola Ottaviani, con le quali si richiedeva una pista ciclabile che collegasse tutte le stazioni di bike sharing...



e che per lo stesso motivo ormai da 4 anni organizziamo l'evento di sensibilizzazione - "Sognando... la ciclabile che ci sarà", con oltre 200 partecipanti per ogni evento,


(qui l'ultima edizione):

non ci siamo fatti sfuggire la ghiotta occasione per proporre all'assessore, di realizzare per tali occasioni, una sorta di pista ciclabile sperimentale, provvisoria, utilizzando del nastro su supporti mobili facilmente rimovibili o della vernice lavabile facilmente asportabile che colleghi lo Scalo, alla Villa Comunale. Si approfitterebbe del vantaggio che durante le domeniche ecologiche, le strade sono libere da autoveicoli e si potrebbero simulare tranquillamente pedalate di massa che incentivino l'uso della bicicletta. Addirittura, per rendere reale il percorso anche con il traffico veicolare, si potrebbe ipotizzare ed autorizzare la circolazione esclusiva ai mezzi ad alimentazione elettrica. Tutto ciò invoglierebbe i cittadini a partecipare alle pedalate ecologiche che organizzeremmo per tali domeniche e si potrebbe ipotizzare una sorta di convenzione tra comune e rivenditori di bici, ai quali si potrebbero rivolgere i cittadini per l'acquisto di nuove bici a prezzi agevolati.
I rivenditori potrebbero partecipare anche alle spese che l'amministrazione dovrà sostenere per i costi necessari alla realizzazione del percorso. Andrebbero incentivate anche le vendite di tessere per l'utilizzo delle Bike Sharing prevedendo alcuni punti vendita in esercizi commerciali disponibili a collaborare, nei pressi della Stazione e di via Aldo Moro. Insomma, è ormai tempo che la mobilità alternativa decolli anche a Frosinone... e questa potrebbe essere una prima verifica. Inoltre, tra le varie proposte, c'è anche quella di dare la possibilità a gruppi emergenti musicali o artistici del capoluogo, di esibirsi gratuitamente ed a turno, (anche con un piccolo gettone per le spese...), per intrattenere piacevolmente i pedoni che percorreranno l'isola pedonale... Sperando di non esserci spinti in un progetto con proposte troppo ambiziose ed irrealizzabili, restiamo in attesa di riscontri da parte del comune, per poter poi iniziare immediatamente con una campagna di divulgazione massiccia che richiami l'attenzione di tanti partecipanti.
La nostra collaborazione sarà garantita, non resta che provarci.
Luciano Bracaglia

NB: all assessore trina ha ribadito che la sinergia tra amministrazione comunale associazioni rivenditori di bici gruppi musicali e artistici potrebbe dare ottimi risultati... noi ne siamo convinti da tanto tempo...!


La registrazione audio integrale dell'incontro:

venerdì 9 gennaio 2015

- Investi nei tuoi rifiuti? Trattamento del percolato in discarica.

Il  giorno 2 ottobre del 2013, dopo che l'amico Massimiliano Mancini aveva contribuito tramite organi di stampa nazionale, a far tornare alla ribalta l'eco-mostro di via Le Lame,
partecipammo insieme ad esponenti di Legambiente, al dottor Pettenati dell'associazione consumatori Movimento Difesa del Cittadino ed altri, alla trasmissione in diretta di Rai Tre Buongiorno Regione.

Di seguito il link per accedere alla pagina che contiene il servizio:


Partecipai con la mia associazione ed un esponente dell'associazione Tolerus di Ceccano,  anche,alla Conferenza dei servizi del 29/10/2013:



Dopo che, alcuni giorni fa, abbiamo appreso dagli organi d'informazione la notizia:

si è riflettuto molto su quanto le Associazioni abbiamo a suo tempo prodotto e suggerito, affinché venissero presi provvedimenti dalle amministrazioni coinvolte, (per approfondire, potete accedere alla pagina del blog utilizzando il link in alto: Discarica di Via Le Lame). Colgo l'occasione per riproporvi l'ultimo documento, da noi condiviso, contenente alcuni dei validi suggerimenti che il dottor Pettenati di MDC inviò alle amministrazioni interessate, per cercare di comprendere il perché non sia stato preso in considerazione.
Chi altrimenti, avrebbe potuto farlo... visto che le competenze, con il declassamento, sono passate al comune??? Ora bisognerà attendere il giudizio della magistratura...!!!

 


Ennesimo invio da MDC